Task 2


Smart dairy farming: innovative solutions to improve herd productivity

Task 2 - Valutazione dell'effetto dell'accesso libero al pascolo

Le attività svolte all’interno della task 2 si dividono in due parti principali: 2.1 e 2.2.

2.1 – Monitoraggio pratiche legate a libertà di movimento/accesso aree esterne (con focus su pascolo) e valutazione effetti su produttività e benessere animale in aziende commerciali

Tale attività, svolta in collaborazione con il Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano (CFPR), ha l’obiettivo di monitorare le pratiche adottate riguardo l’accesso ad aree esterne e/o al pascolo in un vasto numero di allevamenti commerciali.

 

2.1.1. È stato predisposto un questionario che sarà inviato a circa 1500 allevatori che operano all’interno del CFPR con domande specifiche riguardo:

  • accesso aree esterne (SI/NO);
  • tipologia e caratteristiche aree esterne (paddock, pascolo, etc..);
  • periodo e tempi di accesso (mesi/anno, ore/giorno).

Sulla base dei dati raccolti tramite questionario saranno individuate 10 aziende considerate virtuose per quanto riguarda la libertà di movimento delle bovine e l’accesso ad aree esterne. In queste aziende saranno svolte visite specifiche da parte del personale di UniFI. Durante le visite saranno rilevate nel dettaglio le caratteristiche dell’Azienda e le pratiche adottate. I risultati saranno poi presentati nella forma di un opuscolo tecnico da distribuire a tutti gli allevatori nel CFPR. Saranno inoltre realizzate delle video-interviste agli allevatori da divulgare sui comuni canali web.

2.2.2. Per valutare gli effetti dell’accesso ad aree esterne/pascolo nei confronti di benessere e produttività degli animali saranno implementate all’interno della procedura di valutazione del benessere animale CReNBA (che il CFPR sta eseguendo su tutte le stalle conferenti) una serie di domande specifiche riguardo la libertà di movimento e l’accesso ad aree esterne/pascolo. A queste informazioni saranno accoppiati i dati raccolti dall’Associazione Italiana Allevatori (AIA) durante i controlli funzionali mensili (nelle stalle iscritte) per creare un’ampia banca dati contenente:

-Risultati procedura di valutazione benessere animale (CReNBA)

-Pratiche relative a libertà di movimento e accesso aree esterne/pascolo:

-Dati AIA riguardo quantità e qualità latte prodotto, fertilità, longevità, salute.

I dati saranno poi elaborati per individuare relazione tra le pratiche di interesse e produttività e benessere degli animali.

2.2 – Valutazione effetti accesso libero al pascolo su produttività e benessere di vacche da latte in una azienda sperimentale

Al fine di ottenere dati più dettagliati le prove sperimentali saranno svolte in un allevamento con condizioni controllate. L’Azienda selezionata per queste attività è Leso Bruno Massimo e Tiziano s.s. (Str. Paradiso, 4, 46100, Mantova) dove si è già provveduto alla semina di una superficie adeguata da destinare a pascolo (in Figura).

Per la sperimentazione saranno formati due gruppi scegliendo in modo casuale un numero rappresentativo di animali. Uno dei due gruppi (Controllo) sarà mantenuto in stalla ed alimentato con razione mista adeguatamente formulata e disponibile ad libitum. Gli animali nell’altro gruppo (Trattamento) saranno stabulati nella stessa stalla ed alimentati con la stessa razione mista del gruppo di Controllo ma avranno accesso libero al pascolo. Per esplorare gli effetti di diverse condizioni meteorologiche, l’esperimento sarà ripetuti in diversi periodi dell’anno (primavera ed estate). Per entrambe i periodi, le prove dureranno 10 settimane (2 settimane di adattamento + 8 settimane di raccolta dati). Durante tutta la durata della sperimentazione saranno monitorati:

  • quantità e composizione latte prodotto, inclusa composizione acidi grassi, tramite controlli funzionali AIA;
  • comportamento degli animali, inclusa preferenza pascolo vs stalla, tramite un sistema di sensori dedicato;
  • parametri benessere e salute animali tramite valutazioni cliniche;
  • condizioni ambientali (sia all’interno che all’esterno della stalla) tramite una stazione meteo dedicata;
  • composizione ed ingestione sostanza secca (sia razione mista che pascolo) tramite campionamento ed analisi da svolgere in laboratorio esterno.

I dati raccolti saranno elaborati per verificare gli effetti dell’accesso libero al pascolo su produttività e benessere di vacche da latte. L’Azienda individuata per la sperimentazione potrà fornire all’occorrenza una piattaforma reale per testare i sistemi PLF sviluppati nelle altre Task.

Il progetto è finanziato nell’ambito dei Progetti di Ricerca di rilevante Interesse Nazionale – Bando 2017